I mercatini di Natale in Trentino

Il Natale e i mercati del TrentinoCon il Natale 2011 si è raggiunta la diciannovesima edizione dei mercatini di Natale in Trentino. Una vera e propria tradizione profana si è aggiunta a quella sacra tanto da annoverare anche l’ultima novità: il gemellaggio con la città di Innsbruck. Nelle due città si sono allestiti dei punti informativi che sostengono la tradizione turistica dei mercatini di Natale che in accordo anche con la ferrovia tedesca hanno predisposto il collegamento tra le due città.

La tradizione dei mercatini di Natale

A quasi vent’anni dall’invenzione dei mercatini di Natale, gli organizzatori e gli espositori si predispongono per soddisfare tutti i gusti dei turisti insieme alle nuove tendenze che partono proprio dalle casette allestite per l’evento. Nel 2011 sono state messe a disposizione 68 case di legno per circa 41 giorni di mercato. Si può dire che ci si ritrova in un altro mondo con isole gastronomiche, d’intrattenimento, isole di casalinghi dove trovare i più particolari addobbi natalizi, isole di cartolibrai con i materiali più disparati, isole dei presepi, isole di luci, suoni, profumi e colori che danno la possibilità di arricchire e rendere speciale il proprio Natale, isole infinite di idee regalo, isole del feltro e della lana, isole dell’artigianato locale e infine c’è anche l’isola della solidarietà dove in cambio di idee regalo si lascia un contributo libero da devolvere all’associazione di solidarietà presente che varia ogni anno. L’isola gastronomica è un elemento imprescindibile perché dà la possibilità di assaggiare i sapori locali dal miele alle spezie, dal thè al vin Brûlé, tutto per riscaldarsi e star bene tra i mercatini di Natale tra i quali scorrono circa 500.000 visitatori ogni anno.

L’ospitalità dei mercatini di Natale

Per l’evento dei mercatini di Natale, predisposto per cos’ tanti turisti, si è pensato a tutto e dunque anche a coloro che vogliono sostare più giorni per visitare tutto il mercatino. Cosicché c’è anche l’offerta per la prenotazione di soggiorni e pernottamenti in Bed&Breakfast e alberghi. La voglia di rimanere qualche giorno emerge dalla trasformazione del capoluogo trentino in un vero e proprio paese di fate, gnomi, bottegai e cavalieri all’interno delle antiche mura cittadine che vedono riempirsi dei prodotti degli antichi lavori artigianali, dei sapori di mele, zuppe e formaggi e di profumi del legno dei boschi intarsiato. Il soggiorno è desiderato anche da coloro che vogliono visitare i luoghi storici del posto come il Palazzo Roccabruna oppure per visitare i vicini paesi con le rappresentazioni dei presepi viventi oppure dei presepi più belli del Trentino. Altresì ci sono gli appuntamenti per i più giovani con i laboratori creativi ed eventi culturali e per i più piccoli Babbo Natale, gli elfi e l’albero da decorare e da arricchire con le proprie letterine. Per il 2011 è stato organizzato un vero e proprio pacchetto soggiorno. La piazza che si trasforma con l’arrivo del Natale è Piazza di Fiera e per ogni nuovo anno vengono interessate altre zone come Valle dei Laghi, oppure il parco secolare degli Asburgo o la suggestiva Santa Massenza.

Foto: Klaus-Peter Adler – Fotolia
Similar Posts:

Tags: , ,